3C+T Logo

Recupero ambientale e restauro Torre Astura, Nettuno

.Progetti, Concorsi, Porti e Marine, Pubblici, Restauro
2000


https://www.facebook.com/pg/capoleicavalli/photos/?tab=album&album_id=195313573963465

Progetto di tutela ambientale e marina di Torre Astura e il suo ambiente:problemi di valorizzazione, preservazione e restauro. Caratteristica distintiva del sito di Torre Astura è lo straordinario equilibrio fra elementi naturali e testimonianze di cultura, che trova il suo culmine nell’antica villa romana con peschiere e successiva fortezza medievale. Concorso 1 premio
L’intera zona offrirebbe ai visitatori la visione e la comprensione, insieme, di elementi naturali vegetazionali (biotopi, tipi di foresta autoctoni, flora delle dune, etc.), zoologici ed archeologici. Alcuni di questi sarebbero solo da conservare e presentare, altri da riscoprire, altri ancora da restaurare e risistemare: ciò vale tanto per il verde quanto per le strutture architettoniche.
Solo in un quadro di questo tipo acquisterebbero il loro pieno senso:
1) lo scavo archeologico in punti significativi, atti a far emergere la consistenza dell’antica villa imperiale e d’altri selezionati insediamenti;
2) il restauro della fortezza dei Frangipane ed il recupero dei moderni edifici annessi (Finanziera, casa La Banca, etc.);
3) l’apertura della fortezza a visite guidate e organizzate per gruppi.
L’intervento di restauro può articolarsi in più fasi, secondo i diversi ordini d’urgenza:
a) opere di conservazione lungo il perimetro esterno verso mare (angoli, fori e squarci nel nucleo del muro, altre eventuali questioni statiche, paramento);
b) coperture, sommità murarie, chiusure provvisorie dei vani-finestra;
c) trattamento delle superfici esterne della restante parte del complesso fortificato (risarcimento delle lesioni murarie, delle superfici corrose degli intonachi);
d) opere di adeguamento funzionale, per l’accessibilità al recinto ed agli spalti cinque-seicenteschi; si tratta di parti relativamente basse ma di buona resa panoramica. Non serve, per ora, garantire l’accesso alla torre pentagonale, per la difficoltà dell’adeguamento alle norme e perché la torre stessa non consente, in ogni caso, una più efficace vista d’insieme ma solo squarci dalle aperture intermedie.

https://www.facebook.com/pg/capoleicavalli/photos/?tab=album&album_id=195313573963465