3C+T Logo

Porto Ercole, Monte Argentario

.Progetti, Porti e Marine
2011



L’obiettivo principale è quello di progettare, in linea con le indicazione del Piano Strutturale e della pianificazione Provinciale esistente, un marina più sicuro, funzionale ed eco-compatibile, sia per quanto riguarda le opere a mare che per le opere a terra. In particolare ci si pone l’obiettivo di offrire una maggior protezione del porto dal moto ondoso incidente anche in inverno e dotare l’infrastruttura portuale di tutti i servizi a terra necessari per una corretta gestione, nel rispetto dell’ambiente circostante, eliminando completamente i disagi che, in particolare nel periodo estivo a maggior frequentazione, caratterizzano negativamente Porto Ercole (ad esempio carenza di parcheggi, carenza di servizi a terra per i diportisti, inadeguatezza per posizione e dimensioni della stazione di rifornimento carburanti, mancanza di una adeguata struttura per l’alaggio di imbarcazioni in difficoltà, etc.)
Il progetto, vuol realizzare in un ambiente di elevato valore naturale, paesaggistico ed umano, un intervento che garantisca la funzionalità e la sicurezza nel rispetto dell’immagine esistente, senza prevedere uno stravolgimento totale del bacino esistente, ma una sua razionalizzazione che prevede l’inserimento di un nuovo sistema di ormeggi e contestualmente la creazione di un piacevole ambito a terra che possa funzionare da nuovo “water-front” urbano.L’obiettivo che ci si prefigge è sintetizzabile nei seguenti punti:

– trasformazione dell’attuale bacino portuale in una struttura integrata con il contesto urbano, nel rispetto delle indicazioni urbanistiche e planimetriche esistenti, in modo da creare un rinnovato ambito cittadino in cui possano trovare organicamente spazio nuove piazze, aree verdi, passeggiate pedonali e ciclabili, piccole attività commerciali e ricreative, parcheggi ;

– “restyling architettonico” dell’area del fronte porto e delle zone di ormeggio anche attraverso l’ausilio di un nuovo disegno delle aree del fronte porto che prevede, nel rispetto dell’attuale linea di banchina, la realizzazione di un sistema di “isole-piazze” che si susseguono con ritmo alternato e permettono al pubblico di muoversi liberamente all’interno del bacino portuale e l’utilizzo di materiali pregiati e legati all’ambiente marino;

– realizzazione di una marina eco-compatibile ponendo la massima attenzione all’inserimento delle opere nel contesto attraverso la scelta di materiali di minimo impatto e di soluzioni tecnologiche atte al riutilizzo delle risorse naturali : vasche di riutilizzo delle acque piovane, sistema di dissalazione dell’acqua di mare, raccolta differenziata dei rifiuti portuali ecc…

https://www.facebook.com/pg/capoleicavalli/photos/?tab=album&album_id=198423090319180