3C+T Logo

OPA – Osservatorio di Palermo per l’Arte

.Progetti, Porti e Marine, Pubblici, Ricettivo, Urbani
2011


La strategia proposta per il riutilizzo funzionale delle due Gru è quella di diversificare l’immagine che l’Autorità Portuale di Palermo suggerisce nel momento in cui, con l’approvazione del nuovo PRP, l’area oggetto di concorso cambierà la sua vocazione passando da area destinata a scalo merci e attracco di imbarcazioni mercantili a porto turistico per l’attracco di imbarcazioni private. Non più un’immagine legata solo all’attività portuale ma anche al turismo attraverso la creazione di elementi dal forte carattere attrattivo.In quest’ottica vengono proposte due diverse funzioni in grado di rinnovare e vivacizzare l’immagine dell’Autorità scostandola dalla sua vocazione originale: un Luxury hotel per la Gru Nord e uno spazio espositivo per l’arte contemporanea per la Gru Sud, garantendo un nuovo introito economico all’ Autorità Portuale con la prima e un nuovo appeal, di tipo culturale, con la seconda. L’effetto principale che si otterrebbe inserendo queste due nuove attività nell’area del porto sarebbe quello di portare al suo interno la vita della città, di creare un legame più forte tra due luoghi che normalmente, anche se confinanti, vivono dinamiche diverse e che tendono a non intrecciarsi. Questo significa che la strategia proposta, oltre che prevedere un programma funzionale per le due gru e per lo spazio a terra su cui insistono, deve preoccuparsi di conformare la forma fisica di questo luogo in maniera da essere poi in grado di gestire al meglio il suo utilizzo. Ciò significa anticipare qualsiasi possibilità e scelta intrapresa dai suoi abitanti, significa avere un atteggiamento operativo e processuale in grado di stimolare lo scambio e le relazioni tra sistemi diversi, che siano fisici e spaziali piuttosto che umani e relazionali. Quello che la strategia di intervento vuole fare è creare un “suolo fertile” in grado di gestire un unico sistema composto dal porto, dalla città, dalla gru Nord adibita ad hotel, dalla gru Sud adibita a sede dell’OPA – Osservatorio di Palermo per l’Arte e dalle molteplici dinamiche che legano tutti questi elementi. Si deve trattare di uno spazio pubblico che attraverso la sua attenta e precisa conformazione fisica riesce ad essere un legante tra tutti questi elementi.